TCJ

UZBEKISTAN - Sulla via di Samarcanda

Nel paese di Tamerlano tra Madrase e Moschee colorate di azzurro

SAMARCANDA E' UN INCANTO, KHIVA UNA CHICCA, BUKKARA E IL SUO MINARETO PIU' ALTO, LE MADRASE E LE MOSCHEE, TASKENT LA CAPITALE UZBEKA

DAL 14 AL 21 MAGGIO 2022

I fiumi Syr-Darya e Amu-Darya delimitano la geografia dell'Uzbekistan che con la regione autonoma cinese dello Xinjang costituisce il Turkestan o Asia centrale. In questa terra asiatica, chiusa a nord-ovest dalla steppa dell'altopiano paludoso dell'Ustyurt e occupato nel mezzo dalle rosse sabbie del Kyzylkum, si dispongono da nord a sud le più antiche città del mondo Khiva, Bukhara, Samarcanda e, spostate a est, Taskent e Fergana. E' la grande storia e il suo fluire la meta del viaggio in Uzbekistan: la riscoperta dell'antica Transoxiana, che ripercorre il passato di una terra che per duemila anni è stata punto d'incontro-scontro tra Oriente e Occidente, tra il mondo nomade delle steppe e le civiltà stanziali e colte dei grandi imperi. "Samarcanda è una città nobile, dove ci sono bellissimi giardini, e una pianura piena di tutti i frutti che l'uomo può desiderare. Gli abitanti, parte son Cristiani, e parte Saraceni, e sono sottoposti al dominio d'un nipote del Gran Can." Così scriveva Marco Polo ne "Il Milione" raccontando il suo viaggio. Proprio la "Via della Seta", attraversata un tempo da mercanti, avventurieri ed esploratori, ha caratterizzato la storia di questa regione dell'Asia Centrale. Ciò che resta è un paese che si è evoluto rispettando le tradizioni e conservando le testimonianze di un grande passato.

Programma pronto: Richiedilo a: info@thecrownjewels.it 

Posti disponibili n. 2