TCJ

VIETNAM: Da Nord a Sud

Il paese rinato e un mix di minoranze etniche, habitat naturali e vestigia di antiche civiltà

L’ elegante Hanoi - La Riserva di Van Long con grotte e formazioni calcaree - la mitica Baia di Halong (UNESCO) - i mercati e i villaggi delle minoranze etniche del Nord - la vecchia città portuale di Hoi An (UNESCO) - il sito archeologico di My Son (UNESCO) - l’antica capitale Huè (UNESCO) – il Delta del Mekong

Fino ad alcuni anni fa il Vietnam veniva associato a una brutale guerra combattuta nella giungla.

Di recente l’immagine del Paese è divenuta turisticamente appetibile e l’Occidente ha scoperto la sua straordinaria civiltà e l’incredibile bellezza dei suoi paesaggi. Questo itinerario ripercorre il Vietnam da Nord a Sud, da Hanoi a Saigon. Hoa Lu, con le scenografiche formazioni rocciose che emergono dalle risaie e le fantastiche grotte di Trang An (UNESCO).

La navigazione della mitica Baia di Halong (UNESCO), tra la miriade di isole che si innalzano dalle acque verde smeraldo del Golfo del Tonchino. Le minoranze etniche del Nord che grazie all’isolamento, dovuto alle asperità morfologiche del territorio, hanno conservato usi e costumi tradizionali e continuano a recarsi ai mercati settimanali, veri momenti sociali ancora di grande importanza.

La vecchia città portuale di Hoi An (UNESCO) che con la sua architettura tradizionale rievoca l’atmosfera del passato. My Son (UNESCO), il sito archeologico più suggestivo del Vietnam. Huè (UNESCO), l’antica capitale, con le splendide tombe degli imperatori, le raffinate pagode e i resti della cittadella. Vi porteremo a Danang e oltre al Museo passeggeremo dopo una breve gita in funivia sull'ormai famoso ponte sorretto da due mani giganti: Si chiama Cau Vang, Golden Bridge.

E infine la navigazione del Delta del Mekong, tra villaggi, risaie e mercati galleggianti.

MARZO 2019 - Programma in arrivo